L'aiuto reciproco

Fin dall'inizio, Child-Help ha riunito genitori, bambini e adulti con spina bifida e idrocefalo coinvolgendoli in gruppi di auto-aiuto, guidati dai nostri partner.

I gruppi di aiuto reciproco hanno un'importante funzione di sostegno dei partecipanti. Molti di questi gruppi hanno raggiunto una capacità lavorativa autonoma e alcuni sono già registrati come ONG locali. Oltre al sostegno, chiedono difesa legale per il diritto alla vita e il trattamento dei loro figli. Si impegnano personalmente per una società inclusiva libera dalle discriminazioni, un’istruzione adeguata e un inserimento lavorativo.

Alcune madri e adulti con disabilità lavorano già come personale retribuito nei vari progetti. Le madri si rivelano essere le migliori educatrici. Child-Help assiste questi gruppi di auto-aiuto attraverso attività di formazione e istruzione. Dopotutto, Child-Help stesso si è sviluppata tramite un gruppo di auto-aiuto per la spina bifida e l'idrocefalia.          

In Kenya, ad esempio, il gruppo di auto-aiuto SHAK comprende già 16 sottogruppi di lavoro, è registrato a livello nazionale e con il sostegno di Child-Help gestisce una casa di accoglienza vicino all'ospedale di Kijabe.  

In Tanzania, ci sono già 4 sottogruppi e il loro impegno ha reso possibile una terapia migliore di quella fornita dagli stessi ospedali governativi.

zel